Come unire due metalli con il saldatore

La funzione di un saldatore è quella di permettere l’unione di due o più metalli uguali o diversi fra loro come ad esempio, acciaio, ferro, alluminio e fondendoli stabilmente in un unico elemento finale. E’ un attrezzo utile sia sul lavoro che a casa anche se le caratteristiche dei due tipi di saldatore sono diverse. Quello ad uso casalingo è più semplice e con minori funzioni, quello professionale è più ricco di dotazioni.

In commercio ce ne sono ormai di diverse tipologie, con meccanismi differenti tra loro. Però per poter scegliere nel modo migliore, ed evitare di acquistare il prodotto non adatto alle vostre esigenze, è bene che leggiate questo sito https://saldatoremigliore.it/ che vi fornisce nei dettagli moltissime indicazioni utili e comprensibili

E allora anzitutto, a che cosa serve un saldatore? A unire insieme elementi metallici prima staccati. Possono essere parti metalliche o di leghe metalliche dello stesso tipo o diverso. La fusione è definitiva e stabile e i due elementi mostrano continuità di superficie, in pratica la saldatura non deve mostrare il punto di fusione. Questo si ottiene  con due azioni: l’azione del calore e quella della pressione. I due elementi vengono prima riscaldati e successivamente avvicinati alla temperatura di fusione permettendone la saldatura.

Quando si usa il saldatore? Serve a tutti, a casa e al lavoro ma deve essere adattato alle diverse esigenze; comunque è utilizzabile in molte attività dalle oreficerie alle carrozzerie o alle officine meccaniche.

Quanti tipi di saldatura si riescono a realizzare? A grandi linee, ce ne sono due tipi: l’autogena e la eterogena.
La saldatura autogena si verifica quando i due metalli di base da unire sono fusi senza aggiunge un terzo metallo, detto d’apporto. I metalli base sono sufficienti, infatti, per creare il punto di giunzione cioè il punto di saldatura.
Eterogena invece è quella in cui per ottenere la fusione si utilizza un terzo elemento, il cosiddetto metallo d’apporto. Questo unisce le due parti da saldare collegandole e creando una struttura stabile e continua. la saldobrasatura e la brasatura sono due tipologie di saldatura eterogena.